sabato, 6 giugno 2020 [1] Mappa del sito [2] Stile pagine [3] Pagine visitate
15/03/2020

Aggiornamenti Coronavirus










--- Lunedì 1° Giugno 2020 ---

Il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato l' Ordinanza di Regione Lombardia n. 555 del 29 maggio 2020 . Le disposizioni sono efficaci nel territorio della Regione Lombardia dal 1° al 14 Giugno 2020, salvo dove diversamente indicato. Qui le Linee Guida .

L’ordinanza regionale conferma l’obbligo di indossare mascherine o qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca, anche all’aperto, tranne nel caso di intense attività motorie o sportive.

Fino al 2 Giugno compreso rimangono vietati gli spostamenti verso altre Regioni, se non per esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute. In questi casi occorrerà fornire un’autocertificazione.

Per i soggetti sottoposti a quarantena resta il divieto assoluto di muoversi dalla propria abitazione o dimora fino al momento in cui non viene accertata la guarigione.

--- Martedì 19 Maggio 2020 ---

A disposizione il modello di autodichiarazione per gli spostamenti dal 18 maggio 2020,tra REGIONI. Può essere ancora utilizzato il precedente modello barrando le voci non più attuali. L'autodichiarazione è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

--- Lunedì 18 Maggio 2020 ---

*) Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ha firmato il DPCM 17 Maggio 2020 (Allegati definitivi - Allegato 1 - Allegato 2): Disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del Decreto Legge 16 maggio 2020, n. 33 (DL Riaperture), recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Le disposizioni del decreto si applicano dal 18 maggio 2020 in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 26 aprile 2020 e sono efficaci fino al 14 giugno 2020.

*) Il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato l 'Ordinanza N. 547 del 17 maggio 2020 , contenente misure specifiche al fine di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 nella Regione Lombardia. Per fornire uno strumento sintetico e immediato di applicazione delle misure per i singoli settori di attività, Regione Lombardia ha pubblicato delle schede tecniche che contengono indirizzi operativi specifici:

ALLEGATO 1 - NUOVO CORONAVIRUS SARS-COV-2 - LINEE DI INDIRIZZO PER LA RIAPERTURA DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE E PRODUTTIVE;

ALLEGATO 2 - LINEE GUIDA REGIONALI;

OPUSCOLO - SCHEDE TECNICHE PER SETTORI E ATTIVITA'.

Le misure producono i loro effetti dal 18 Maggio 2020 e sono efficaci fino al 31 maggio 2020, fermo restando successive riconsiderazioni delle disposizioni contenute nell'Ordinanza.

*) Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il Decreto Legge n. 33 del 16 maggio 2020 , contenente ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19. Le nuove misure saranno valide dal 18 al 31 maggio.

--- Lunedì 11 Maggio 2020 ---

Con Ordinanza Comunale n. 22 del 11 Maggio 2020 è stata disposta la riapertura del cimitero cittadino a partire dal 11 Maggio 2020, nel rispetto scrupoloso da parte dei visitatori di tutte le norme previste dal DPCM 26 aprile 2020, nonché dall’Ordinanza Regione Lombardia N. 539 del 3 maggio 2020:

- il divieto di assembramenti all’interno dei cimiteri cittadini
- utilizzo di mascherina.

--- Venerdì 08 Maggio 2020 ---

Il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha integrato le precedenti disposizioni con l' Ordinanza N. 541 del 7 Maggio 2020 , che consente la riapertura di impianti, centri e siti sportivi dove praticare sport individuali all'aperto. E prevede, inoltre, alcune disposizioni per garantire la sicurezza igienico-sanitaria delle strutture. Le disposizioni, in vigore dal 08 Maggio, sarano efficaci FINO AL 17 MAGGIO 2020

--- Martedì 05 Maggio 2020 ---

Con Ordinanza Comunale n. 19 del 05 Maggio 2020 è stata disposta la riapertura dei mercati scoperti, limitatamente alla vendita di prodotti alimentari, a partire da Mercoledì 06 Maggio 2020. L'ordinanza ha validità fino al 17 Maggio 2020.

--- Lunedì 04 Maggio 2020 ---

  • Il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha emesso l' Ordinanza N. 538 del 30/04/2020 con il relativo allegato , contenente misure per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica Covid-19 nelSETTORE DEL TRASPORTO PASSEGGERI, in vigore dal 4 maggio 2020 al 31 agosto 2020 compreso, salva cessazione anticipata della stessa per effetto di successivi provvedimenti.
  • Circolare ai prefetti sulle misure della fase 2: "indicazioni sui controlli relativi alle attività produttive, industriali e commerciali", relative al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile 2020 su contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. Le principali misure, in vigore su tutto il territorio nazionale dal 4 maggio, sono illustrate nella circolare del capo di Gabinetto ai Prefetti del 2 maggio 2020 .
  • Il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha emesso l' Ordinanza N. 539 del 03/05/2020 .che introduce ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. Le disposizioni, in vigore dal 4 Maggio, saranno efficaci FINO AL 17 MAGGIO 2020.
  • Nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti dal 4 maggio 2020.
    Può essere ancora utilizzato il precedente modello barrando le voci non più attuali. 
    L'autodichiarazione è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

--- Giovedì 30 Aprile 2020 ---

Il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha emesso l' Ordinanza N. 537 del 30/04/2020 contenente ulteriori misure per la prevenzione e la gestione dell’emergenza Covid-19. Le disposizioni, in vigore dal 04 maggio 2020, produrranno effetto FINO AL 17 MAGGIO 2020

--- Lunedì 27 Aprile 2020 ---

Il Governo ha firmato il DPCM 26 aprile 2020: le misure della ‘Fase 2’.

Le disposizioni del presente decreto si applicano a partire dal 04 Maggio 2020

SPOSTAMENTI
- Consentiti gli spostamenti all’interno della Regione con autocertificazione per esigenze di lavoro, necessità, salute;
- No agli spostamenti tra Regioni, se non per motivi di salute, comprovate esigenze lavorative o urgenze;

 I SINTOMATICI
- Dovranno stare a casa tutte le persone che presentano sintomi febbrili e da infezione respiratoria;

 INCONTRI
- Sarà possibile rivedere i congiunti (familiari e affetti stretti) senza vere e proprie riunioni, tenendo la mascherina e le distanze interpersonali;

 ATTIVITÀ FISICA
- Sarà consentita la ripresa dell’attività motoria non più nei pressi della propria abitazione (da soli o a distanza di sicurezza – ovviamente eccezione per persone che abitano sotto lo stesso tetto);
- Sì anche all'attività motoria con i figli o alle passeggiate con persone non autosufficienti;
- Potranno riprendere ad allenarsi anche gli atleti professionisti delle attività individuate dal Coni, non gli sport di squadra;
- Aperti parchi con dovute accortezze (i Sindaci potranno chiuderli se non sarà possibile garantirle);

 BAR E RISTORANTI
- Oltre alla consegna a domicilio sarà possibile effettuare ristorazione attraverso la vendita d'asporto (no assembramenti davanti a bar e ristoranti);

 NEGOZI
- Riapertura fissata per il 18 maggio per esercizi commerciali al dettaglio;

 FUNZIONI RELIGIOSE
- Potranno essere nuovamente celebrati i funerali, ma solo alla presenza degli stretti familiari, non più di 15 persone e preferibilmente all’aperto;
- No invece alle messe;

 ATTIVITÀ PRODUTTIVE
- Si riparte con il comparto manifatturiero, edilizia e cantieri, commercio all'ingrosso funzionale a queste filiere (già nei prossimi giorni sarà possibile aprire per predisporre le aziende al rispetto dei protocolli di sicurezza).

Sono ancora sospese manifestazioni organizzate, così come eventi, spettacoli; stesso discorso per musei e istituti culturali; le attività didattiche saranno da svolgere esclusivamente con modalità a distanza; i concorsi e le valutazioni dei candidati se non con modalità a distanza; le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri benessere.

--- Sabato 11 Aprile 2020 ---

***B) Il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha emesso l’ Ordinanza n. 528 del 11 Aprile 2020

contenente ulteriori misure per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19. L’ordinanza in vigore dal 14 aprile 2020, produrrà effetto – salvo diverse disposizioni legate all’evoluzione della situazione epidemiologica – FINO AL 3 MAGGIO 2020.

Per approfondimenti, cliccare QUI

 ***A) Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il DPCM 10 Aprile 2020

recante le nuove misure urgenti di contenimento del contagio Covid-19 sull’intero territorio nazionale, che produrranno effetto dalla data del 14 aprile 2020 e saranno efficaci FINO AL 3 MAGGIO 2020

--- Giovedì 09 Aprile 2020 ---

DECRETO SCUOLA Decreto Legge 8 aprile 2020, n. 22 "Misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato"

DECRETO LIQUIDITA’ – Decreto Legge 8 aprile 2020, n. 23 "Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali"

--- Martedì 07 Aprile 2020 ---

Regione Lombardia ha emanato l' Ordinanza Regionale 522 del 6 aprile 2020 con la quale sono state introdotte alcune modifiche all’ordinanza 521 del 4 aprile:

- i mercati coperti possono aprire a condizione che il Sindaco del comune di riferimento adotti e faccia osservare un piano per ogni specifico mercato che preveda quanto segue:

a) presenza di un unico varco di accesso separato da quello di uscita;

b) sorveglianza pubblica o, eventualmente privata, che verifichi il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e il rispetto del divieto di assembramento;

- Possono rimanere in funzione i distributori automatici dei generi di monopolio e dei prodotti farmaceutici e parafarmaceutici, ovunque collocati così come quelli presenti all’interno degli uffici, delle attività e dei servizi che in base ai provvedimenti statali possono continuare a restare in funzione, nel rispetto del distanziamento sociale.

- È permesso il commercio al dettaglio di fiori e piante negli ipermercati e supermercati;

- È consentita la vendita online (o non in presenza) e la consegna a domicilio di tutte le categorie merceologiche;

- Le attività di cura e manutenzione del paesaggio (codice 81.3) sono consentite limitatamente alla cura e manutenzione di parchi, giardini e aree verdi finalizzate alla prevenzione di danni e alla messa in sicurezza delle stesse aree.

--- Domenica 05 Aprile 2020 ---

Il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato la nuova Ordinanza regionale n. 521 del 4 aprile 2020 “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. 3 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19”, che proroga FINO AL 13 APRILE le misure restrittive introdotte dalle precedenti Ordinanze regionali del 21, 22 e 23 marzo, in particolare:

• l'obbligo per chi esce dalla propria abitazione di proteggere sé stessi e gli altri coprendosi naso e bocca con mascherine o anche attraverso semplici foulard e sciarpe;

• l’obbligo per gli esercizi commerciali aperti di fornire ai propri clienti guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per l'igiene delle mani;

• la possibilità di acquistare articoli di cartoleria all'interno degli esercizi commerciali che vendono alimentari o beni di prima necessità (che sono quindi aperti);

• la possibilità di vendere fiori e piante, ma solo tramite consegna a domicilio.

 Per ulteriori informazioni, cliccare QUI

--- Mercoledì 01 Aprile 2020 ---

*** B) Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il DPCM 1° aprile 2020

che proroga fino al 13 aprile 2020 le misure fin qui adottate per il contenimento del contagio epidemiologico da Covid-19.
 *** A) Il Ministero dell’Interno ha diffuso la Circolare 31 marzo 2020 “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale” che chiarisce alcuni aspetti dei divieti in vigore sugli spostamenti.

In particolare per quanto riguarda gli spostamenti di persone, «è consentito a un solo genitore camminare con i propri figli minori» e «tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’aperto, purché in prossimità della propria abitazione».
La circolare autorizza la presenza di accompagnatori anche nel caso di uscite di anziani e disabili.

--- Domenica 29 Marzo 2020 ---

La Protezione Civile ha emanato l' ordinanza n. 658 del 29 marzo 2020 , che dispone ulteriori inteventi urgenti in relazione all'emergenza.

Sostegno ai comuni, firmato il  Dpcm del 28 marzo 2020 - Criteri di formazione e di riparto del Fondo di solidarietà comunale 2020.

--- Mercoledì 25 Marzo 2020 ---

Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico che approva nuovo elenco codici ATECO

L’elenco dei codici ATECO di cui all’allegato 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020 è sostituito dall’allegato 1 del decreto QUI IL TESTO COMPLETO

--- Domenica 22 Marzo ---

*** C)Regione Lombardia ha emanato l' Ordinanza n. 515 del 22 marzo 2020

  con la quale si adottano ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, sospendendo le attività in presenza delle Amministrazioni Pubbliche e dei soggetti privati preposti all'esercizio di attività amministrative.

L'ordinanza n.515 modifica inoltre alcuni contenuti dell' Ordinanza n. 514 del 21 marzo 2020, disponendo ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Le disposizioni sono in vigore dal 23/03/2020 fino al 15/04/2020.
In particolare, rispetto all’Ordinanza del 21 marzo:
- Si rettifica un errore materiale contenuto al punto 3: la temperatura di 37,3° C, di cui al secondo periodo del punto 3 dell’Ordinanza n. 514 del 21/3/2020, è rettificata in 37,5° C;
- chiarisce per quanto attiene alle amministrazioni pubbliche, alle funzioni sanità, agli enti pubblici non economici regionali e locali, nonché ai soggetti privati preposti all'esercizio di attività amministrative, quali siano da considerare servizi essenziali e di pubblica utilità;
- sostituisce il punto 16 dell’Ordinanza n.541 relativo alle strutture ricettive.

*** B) Coronavirus, firmato il Dpcm 22 marzo 2020

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ha firmato il Dpcm 22 marzo 2020 ( Allegato 1), che introduce ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale. Qui la notizia
E' fatto DIVIETO a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui ATTUALMENTE si trovano, salvo che per:

- comprovate esigenze lavorative,

- assoluta urgenza,

- motivi di salute.

(conseguentemente all’articolo 1, comma 1, lettera a), del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020 le parole “E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza” sono soppresse.)

*** A) Emessa oggi nuova Ordinanza congiunta Ministero della Salute-Ministero dell'Interno

per evitare flussi di persone. Da oggi, su tutto il territorio nazionale, è fatto DIVIETO a tutte le persone fisiche di TRASFERIRSI o SPOSTARSI con mezzi di trasporto pubblici o privati IN UN COMUNE DIVERSO DA QUELLO IN CUI SI TROVANO.
*) Uniche ECCEZIONI: comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. L'ordinanza è efficace fino all'entrata in vigore di un nuovo decreto del Presidente del consiglio dei ministri.

--- Sabato 21 Marzo 2020 ---

Con ordinanza n. 514 del 21.03.2020 ( Allegato 1 - Allegato 2) il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana dispone limitazioni ancora più stringenti per contrastare la diffusione del coronavirus.
L'ordinanza è in vigore dal 22 marzo fino al 15 aprile, salvo variazioni dovute all'evoluzione dell’emergenza sanitaria, ed è stata condivisa con i sindaci dei capoluoghi della Lombardia, ANCI Lombardia, UPL e con il Tavolo del Patto per lo Sviluppo.
Ecco una sintesi delle nuove limitazioni regionali, in aggiunta ai provvedimenti adottati dal Governo:
• divieto di assembramento di più di due persone nei luoghi pubblici e sanzioni in caso di non rispetto fino a 5 mila euro;
• sospensione dell'attività degli uffici pubblici e dei soggetti privati che svolgono attività amministrative, fatta salva l'erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità;
• sospensione delle attività artigianali non legate alle emergenze o alle filiere essenziali;
• sospensione di tutti i mercati settimanali scoperti;
• sospensione delle attività inerenti ai servizi alla persona;
• chiusura delle attività degli studi professionali salvo quelle relative ai servizi indifferibili e urgenti o sottoposti a termini di scadenza;
• chiusura di tutte le strutture ricettive ad esclusione di quelle legate alla gestione dell'emergenza. Gli ospiti già presenti dovranno lasciare le strutture entro le 72 ore successive all'entrata in vigore dell'ordinanza;
• fermo delle attività nei cantieri edili, esclusi quelli per le ristrutturazioni sanitarie, ospedaliere ed emergenziali, oltre a quelli stradali, autostradali e ferroviari;
• chiusura dei distributori automatici cosiddetti 'h24' che distribuiscono bevande e alimenti confezionati;
• divieto di praticare sport e attività motorie svolte all'aperto, anche singolarmente, se non nei pressi delle proprie abitazioni.
• sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore. E’ consentita in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza.
• non è consentito lo spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.
• è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco ed ai giardini pubblici.
*) Restano invece aperte le edicole, le farmacie, le parafarmacie, ma deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza di un metro.
*) Si raccomanda di provvedere a rilevare la temperatura corporea dei dipendenti e dei clienti di supermercati, farmacie, luoghi di lavoro e a tutti coloro che vengono intercettati dalle Forze dell’Ordine.
*) Per il trasporto pubblico locale valgono sempre le prescrizioni sul distanziamento degli utenti già previste dalle ordinanze regionali in vigore.

--- Venerdì 20 Marzo 2020 ---

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza del 20 marzo 2020 recante “Ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”.
Per contrastare e contenere il diffondersi del virus, il provvedimento prevede:
la chiusura di parchi, ville, aree gioco (comprese le aree di sgambamento per i cani) e giardini pubblici
non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto(è consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purchè comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona)

--- Giovedì 19 Marzo 2020 ---

Ordinanza della Protezione Civile n. 651 del 19 marzo 2020. Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili VAI ALL'ORDINANZA

--- Mercoledì 18 marzo 2020 ---

Il Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18 - Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 viene pubblicato in Gazzetta Ufficiale - Serie Generale del 17.03.2020 n. 70.

--- Martedì 17 marzo 2020 ---

ATTENZIONE: nuovo modello per le autodichiarazioni
Il Ministero dell'Interno ha predisposto un nuovo modello per le autodichiarazioni in caso di spostamenti :
• contiene una nuova voce con la quale l''interessato deve autodichiarare di non trovarsi nelle condizioni previste dall''art. 1, comma 1, lett. c) del D.P.C.M. 8 marzo 2020 che reca un divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus "COVID-19".
• prevede anche che l''operatore di polizia controfirmi l''autodichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante. In tal modo il cittadino viene esonerato dall''onere di allegare all''autodichiarazione una fotocopia del proprio documento di identità.'
(Fonte: Ministero dell'Interno Link: https://www.interno.gov.it/it/notizie/nuovo-modello-autodichiarazioni


DPCM del 11 Marzo 2020

DPCM del 09 Marzo 2020

DPCM del 08 Marzo 2020

MISURE IGIENICHE

DPCM del 4 Marzo 2020 - Misure per il contenimento del virus

DPCM del 4 Marzo 2020

COMUNICAZIONE DEL SINDACO AI CITTADINI del 4 Marzo 2020

AVVISO UFFICIO SPORT DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI del 2 Marzo 2020

DPCM del 1 Marzo 2020



[torna in alto]